https://www.facebook.com/tr?id=3292226147504359&ev=PageView&noscript=1
<span class="translation_missing" title="translation missing: it-it.layouts.header.logo_alt">Logo Alt</span>
Rimborso volo?.....Consideralo fatto!

Regolamento CE 261/2004 Conosci i tuoi diritti?

Perché esiste il regolamento europeo sui diritti dei passeggeri aerei?

Il regolamento europeo nasce dall'idea di tutelare i viaggiatori dai disagi derivanti da un’attesa prolungata in aeroporto, una cancellazione o un negato imbarco.
Il Regolamento CE 261/2004 del Parlamento Europeo istituisce regole comuni in materia di compensazione ed assistenza per i passeggeri in caso di disservizio creato dalle compagnie aeree.

La sua validità si estende a livello europeo ed è questo il motivo per cui la sua competenza vale in tutto il territorio comunitario, qualsiasi sia la provenienza della compagnia aerea che operi il servizio, così come per i voli in partenza da un aeroporto europeo con destinazione extraeuropea. Nel caso in cui l’aeroporto di partenza sia situato in un paese esterno all’unione europea la sua validità si applica solo se la compagnia aerea che opera il servizio è europea.
Per definirlo in maniera schematica possiamo dunque dire che il regolamento si applica nei seguenti casi:

  • Aeroporto di partenza Europeo e Aeroporto di arrivo Europeo
  • Aeroporto di partenza Europeo e Aeroporto di arrivo Extraeuropeo
  • Aeroporto di partenza Extraeuropeo e Aeroporto di arrivo Europeo operato da un vettore aereo Europeo

Per le tratte in partenza da un aeroporto extraeuropeo operate da un vettore non europeo la normativa non potrà applicarsi e la tutela dei passeggeri si vedrà difesa dalla legislazione locale.
Con questo regolamento è stato istituito un sistema di compensazione a tutela dei passeggeri, al fine di incentivare le compagnie aeree ad evitare questi tipi di disagi. Analizzando nello specifico i disservizi causati dalle compagnie aeree possiamo incontrare diverse tipologie, come ad esempio:

  • Ritardi superiori a 3 ore
  • Cancellazioni notificate con meno di 14 giorni di anticipo rispetto alla data del volo

Per procedere ad un risarcimento, la responsabilità di tale disservizio deve ricadere sulla compagnia aerea. Questo significa che motivi come “Problemi operazionali o tecnici” non possono escludere la compagnia da alcuna responsabilità, perché non ha messo in atto tutte quelle precauzioni atte ad evitare un disagio al passeggero. Le motivazioni fuori dalla propria responsabilità, come “maltempo” o “impatto con volatili” esulano la compagnia da qualsiasi responsabilità, e per tale motivo non sarà possibile reclamare alcun diritto.
Nel caso di procedibilità l'importo del risarcimento non dipende dal prezzo del biglietto, ma dalla distanza del volo:

  • 250€ per voli fino a 1500km
  • 400€ per voli da 1500km a 3500km
  • 600€ per voli superiori a 3500km
461 review 5.0